Sono sicuro che chiunque sia appassionato del Raspberry Pi non potrà fare a meno di provare a realizzare qualcosa del genere, perchè è normale farlo, stiamo parlando del Raspberry Pi. Un progetto di Arsenijs, che potrebbe cambiare la concezione che abbiamo dello smartphone. Vediamo insieme di cosa si tratta. Il creatore dello ZeroPhone è molto ottimista, e afferma che sarà un telefono affidabile e ben funzionante, che permetterà di essere assemblato e riparato facilmente grazie alla facile reperibilità dei componenti. Si tratta di un progetto open source basato sull’ultima board Raspberry Pi Zero, grazie al quale è possibile scrivere le proprie applicazioni in Python.

 

 

Mission.

Lo scopo principale del progetto, è quello di creare una tipologia di smartphone che possa essere facilmente riparabile, rispetto a quelli che esistono in commercio che diventano sempre più compatti e costosi da riparare. Inoltre si basa su una piattaforma hardware e software completamente open source, dando così la possibilità a chiunque ne abbia la possibilità, di personalizzare ogni singolo aspetto del proprio dispositivo.

Con ZeroPhone, gli hacker possono finalmente avere smartphone che lavoreranno per loro e non contro di loro, le persone con esigenze particolari potranno avere telefoni personalizzati e le persone che vogliono proteggere la loro privacy avranno un telefono che la rispetta. Le sfide tecniche sono: lo sviluppo di PCB che potrebbero essere ragionevolmente ricaricati, ma con componenti facilmente sorgenti che potrebbero essere saldati senza strumenti speciali, nonché lo sviluppo di software per cellulari aperti, di alta qualità e altamente modificabili in base alla necessità delle persone. Tuttavia, le sfide più grandi sono: creare una comunità di persone che sperimentano la piattaforma ZeroPhone, mantenendo ZeroPhone open-source e indipendente da qualsiasi influenza nociva e sperimentando nuovi modi di integrare smartphone nella nostra vita senza dover perdere la privacy in cambio.

 

 

Caratteristiche.

  • Raspberry Pi Zero in un sandwich di PCB
  • Nessun connettore particolare o componenti difficili da ottenere o saldare
  • Sviluppo di applicazioni con Python
  • Toolkit UI che rende più veloce e più facile lo sviluppo di applicazioni
  • Tastiera numerica, schermo OLED monochrome da 1,3 ” 128×64
  • 2G modem per funzioni telefoniche, può essere sostituito con un modem 3G
  • WiFi (tramite ESP8266), uscita HDMI e audio, una porta USB host e una porta MicroUSB per la ricarica
  • Connettore GPIO per il collegamento di espansioni e personalizzazioni
  • LED RGB e vibrazione  per le notifiche

Il fondatore del progetto grazie al supporto di una community e di una squadra ben organizzata, sembra essere arrivato ad un buon punto del suo lavoro, ma sicuramente non smetterà di continuare a cercare di rendere lo Zerophone un prodotto che possa fare invidia ad altri smartphone. Se vuoi seguire gli sviluppi o contribuire al progetto, puoi visitare il sito ufficiale , nel quale è presente una pagina nella quale puoi vedere cosa è stato già fatto, e cosa invece deve ancora essere messo in atto. (..)

 

 

Link:

http://wiki.zerophone.org

https://hackaday.io

http://mailchi.mp

 

Fonte: http://www.prometheus-now.com

 

 

 

 

 

 

 

Raspberry_PI.jpg