Il gigante tecnologico cinese rinnova la sua presenza nel mercato dei single-board computer e presenta la nuova Huawei HiKey 970. Si tratta di una piattaforma basata sul più recente SoC dell'azienda cinese, l'HiSilicon Kirin 970. Come questo, anche HiKey 970 vanta una NPU che affianca il processore grafico e dota il chipset di intelligenza artificiale. Una vera e propria novità in questo campo.

 



Il nuovo prodotto presentato da Huawei è stato sviluppato in collaborazione con Linaro. Questa è un'organizzazione specializzata nella creazione ed ottimizzazione di software e strumenti open-source per l'architettura ARM. Huawei HiKey 970 è stato ideato per mettere a disposizione un potente strumento nelle mani di coloro che vogliono creare app destinate a dispositivi Android. Ovviamente questo non è l'ambito esclusivo di utilizzo, potendo essere sfruttato anche per attività differenti, come la creazione di droni, robot, strumenti per l'automotive o la domotica. Rispetto al precedente HiKey 960 la nuova board è più efficiente del 50% in termini di consumi energetici ed è del 25% più potente. Ma il vero valore aggiunto è un altro. L'integrazione dell'intelligenza artificiale consente di poter sviluppare algoritmi di deep learning. Una possibilità che sicuramente strizza l'occhio ad un futuro dove l'AI sembra essere uno degli protagonisti. Mettere gli sviluppatori nella condizione di poter effettuare simili azioni è un plus fondamentale per l'HiKey 970. Il rivale naturale di questa piattaforma è il celeberrimo Raspberry Pi, non per potenza di calcolo (nettamente a favore della soluzione Huawei) quanto per successo e diffusione. Inoltre HiKey 970 si pone su una fascia di mercato decisamente diversa. Potrebbero servire circa 195 euro per acquistare il single-board computer. Un costo quasi 5 volte superiore a quello dell'ultimo Raspberry Pi 3 che fa del prezzo il proprio asso nella manica, insieme ad una community decisamente attiva.

Fonte: https://gizchina.it

 

 

 

 



Huawei e Linaro tornano nel settore delle dev board stile Raspberry Pi, che, nel corso del tempo, è diventato sempre più ricco di proposte. Lo fanno a meno di un anno di distanza dalla presentazione della HiKey 960, introducendo il nuovo modello HiKey 970. Il copione si ripete anche nel 2018: il SoC di fascia alta sviluppato da Huawei ed integrato nei suoi smartphone top gamma - nel caso specifico Mate 10, Mate 10 pro e Honor View 10 - viene integrato in una scheda di dimensioni compatte e con un ricco parco connessioni. L'annuncio è avvenuto in occasione della Linaro Developer Conference - si sta tenendo in questi giorni (dal 19 al 23 marzo) ad Hong Kong - e porta all'attenzione della community di sviluppatori (e smanettoni) una proposta che, sulla carta, segna un nuovo standard nell'ambito delle particolare categoria di prodotto: si tratta infatti della prima dev board equipaggiata con NPU (Neural Processing Unit), ovvero un'unità dedicata alle funzioni di Intelligenza artificiale. La NPU è infatti parte integrante del SoC Kirin 970 che comprende inoltre una CPU con quattro core ARM Cortex-A73 a frequenza di clock a 2,36GHz e quattro core ARM Cortex-A53 con frequenza di clock a 1,8GHz. La GPU è la Mali G72MP12, mentre la memoria RAM è pari a 6 GB. Come altre dev board, per lo storage si sfrutta lo slot microSD ed il parco connessioni è decisamente ben fornito. A bordo si trovano infatti: uscita HDMI 2.0, due porte USB 3.0 e due USB Type-C. HiKey 970 è compatibile con i sistemi operativi Linux Ubuntu, Debian e Android. Gli scopi della dev board restano invariati rispetto a quelli del precedente modello: si tratta di un prodotto principalmente rivolto agli sviluppatori di app per piattaforma Android, ma la potenza di calcolo è cresciuta rispetto al modello dello scorso anno. La presenza della NPU rende inoltre la scheda particolarmente adatta per sviluppare algoritmi di deep learning, robot ''smart', impieghi in ambito automotive e smart city. Nel confronto con il Raspberry Pi Model B+, recentemente introdotto, HiKey 970 esce vincitore dal punto di vista delle prestazioni, mentre per il prezzo bisognerà attendere comunicazioni ufficiali. Per avere un parametro di riferimento, l'HiKey 960 costava 240 dollari; il nuovo dovrebbe collocarsi nella stessa fascia. La disponibilità è fissata per metà aprile. Si attendono informazioni più dettagliate su mercati in cui verrà distribuita.

Fonte: https://hardware.hdblog.it

 

 

Computer_vecchi.jpg