Pubblicando il resoconto del tecnico informatico che usa lo pseudonimo di vbExtreme si potra' apprezzare come, usando una scheda single-board (peraltro non specificata) e' stato possibile costruire un computer trasparente molto appariscente che dalle foto si capisce utilizzare Linux Xubuntu. L'inventiva, unita alla bellezza ed al risparmio, puo' permettervi di costruirvi da soli (a casa vostra) anche delle macchine informatiche facilmente vendibili? Ecco le informazioni in merito, trovate sul web. Viene riportato anche un commento utile di un altro utente.

 

 

Il racconto del webmaster vbExtreme:

Inizio questo blog presentando il mio computer, dopo il decesso del mio "obsoleto" portatile avevo le idee confuse su quale PC comprare.
Inizialmente pensavo ad un netbook ma poi mi sono imbattuto nell'ultima moda dei Single One Chip, questi nuovi dispositivi basati su ARM un chip con architettura RISC stanno diventando sempre più potenti, ed un quad core da 1.7ghz non me lo potevo perdere.
Eseguii subito l'ordine direttamente dalla Corea, e nel frattempo mi presi su eBay uno schermo 10'1 pollici da collegare al mio nuovo PC.
Dopo un paio di settimane sono entrato in possesso di tutto l'occorrente, distesi il tutto sul tavolo e ci girai intorno un paio di ore, non sapevo da che lato fermarmi, c'era un mucchio di schede, cavi e l'unico pensiero era: "ma dove cavolo infilo tutto sto ambaradan"....
Dovevo crearmi un case tutto mio, personalizzato per le mie esigenze ma serviva un materiale, quale? il legno no, dai, su è antico!
Il metallo, bello e mi recai subito a cercarne un pò e appena arrivai al negozio abbandonai istantaneamente l'idea! Ma quanto cavolo costa? Un botto!!!!! Ma proprio tanto!!!
Mentre girovagavo nello store mi accorsi di un bel pannello di plexiglas trasparente lo guardai, gli feci i raggi x mancò fosse una bella ragazza! Chissà cosa pensava la gente che passava mentre flettevo e accarezzavo il plexiglas....
Decisi che faceva al caso mio e lo acquistai.
Tornato a casa presi carta matita e un metro, iniziai così a prendere le misure su come disporre i componenti e la forma che avrebbe avuto il mio case.
Iniziai dalla parte posteriore, quella più semplice ovvero un semplice rettangolo con dei fori dove saranno fissate le varie schede, presi il mio bel seghetto alternativo e dopo aver misurato tre volte inizia a tagliare. Subito però incontrai un problema non indifferente, mentre tagliavo il plexiglas il taglio dietro la lama si richiudeva!
Più guardavo sto effetto e più non ci credevo! Ma guarda te! Certo non mi farò fermare da questo! Presi un bicchiere d'acqua e ogni centimetro di taglio infilavo la lama dentro al bicchiere d'acqua finalmente riuscii a tagliare la base. La sua trasparenza mi aiuto non poco a segnare il punto esatto su dove fare i fori in corrispondenza delle schede, una volta posate sopra è bastato segnare dalla parte opposta i punti dove forare! Grandioso!
Ormai. appresa la tecnica tagliati, lavorai subito anche sulle sponde, dopo toccava al pannello frontale (doveva contenere il monitor e doveva piegarsi in modo da ricreare un piedistallo).
Presi sei volte le misure ed iniziai a tagliare, ma spaccai una parte del pannello perché troppo sottile, non reggeva le oscillazioni causate dal seghetto. Vabbhe'! Un pò di colla bicomponente e via, ora avevo il mio bel pannello dritto e dovevo piegarlo! Mai fatto prima! Fissai una parte al tavolo e lasciai sporgere il rimanente fuori. Iniziai così a scaldare con un phone sopra e sotto la parte che doveva incurvarsi, pian pianino la piegai, la misi più volte sul tavolo e continuai a scaldarla e a ritoccarla.
Armato di un arsenale di viti iniziai ad assemblare il tutto, era perfetto! Tutto combaciava, ma sopratutto rimaneva in piedi.
Smontai e verniciai l'interno di ner,o lasciando solo la sigla U3 trasparente, in modo che una volta acceso il display si illuminasse.
Nell'ultimo periodo gli ho apportato un pò di modifiche, un solo cavo di alimentazione e tastiera con trackball integrata in modo di avere un solo cavo.
Che dire, il più bel PC che ho mai avuto!

 

 

Commento dell'utente Antonio-47:

Complimenti per l'inventiva.
Permetemi di darti un consiglio nell'eventuale uso futuro del Plexigas.
Al posto del Plexigas io avrei usato il Lexsan.
Il Lexsan non si rompe come il vetro (succede invece con il Plexigas) ed è altrettanto trasparente e lavorabile... Anzi SI PIEGA A FREDDO (cosa da non poco).

Antonio.

 

Fonte: http://forum.masterdrive.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Odroid_XU4.jpg