Una casa costruita in 3D. Se state per fare la battuta data dall’assonanza vi fermiamo subito. La casa in questione è stata realizzata in meno di 24 ore e non in tre giorni. Sì, avete capito bene un bilocale costruito interamente da una stampante 3D. E non immaginatevi costi stratosferici, sono bastati 10mila euro.

 

Una società russa ha realizzato una casa utilizzando una stampante 3D.



Le stampanti 3D per molti rivoluzioneranno il modo di fare le cose. Certamente se iniziassero a costruire case a basso costo e in meno di un giorno risolverebbero il problema abitativo in diversi Paesi. Soprattutto in quelli in via di sviluppo e sottosviluppati. Ma anche nella realizzazione di centri d’accoglienza o nel caso di tragedie come maremoti e terremoti. La casa è stata realizzata in Russia dalla società Apis Cor. E l’azienda si vanta di essere la prima ad aver sviluppato una stampante 3D che può stampare interi edifici in loco. In precedenza le case 3D venivano realizzate in laboratorio e poi solo assemblate sul posto.

 

Grazie alla speciale stampante 3D realizzata dall'azienda, l'abitazione è stata realizzata in loco in meno di 24 ore.



La casa 3D dei tuoi sogni.
La casa costruita da Apis Cor è grande 37 metri quadrati e include una piccola stanza d’ingresso, un bagno, il soggiorno e la cucina. La società ha dichiarato di aver speso solo 10mila euro per completare la costruzione. Soffitti, muri e pavimenti sono stati stampati con una speciale miscela a base di cemento. Solo gli infissi e la verniciatura non sono stati fatti dalla macchina. Secondo Apis Cor questa casa può durare fino a 175 anni. Sul sito dell’azienda il fondatore Nikita Chen-Yun-Tai dice: “Vogliamo cambiare l’opinione pubblica: una costruzione può essere veloce, ecologica, efficiente e affidabile allo stesso tempo”. L’obiettivo Apis Cor è quello di diventare la più grande azienda internazionale di costruzione per risolvere i problemi di alloggio in tutto il mondo. Va comunque detto che l’anno scorso in Cina un’altra azienda stampò una casa a due piani in loco, quindi senza trasportare le parti ma costruendole direttamente sulla destinazione finale. Va detto però che i cinesi rispetto a Apis Cor impiegarono 45 giorni e non 24 ore.

Fonte: http://tecnologia.libero.it

 

Per realizzare l'abitazione è stato realizzato un filamento speciale simile al cemento.

 

Le dimensioni della stampante 3D sono abbastanza contenute e può essere spostata con grande facilità.

 

Rispetto agli esperimenti precedenti, che prevedevano la realizzazione in fabbrica dei diversi pezzi della casa e venivano poi assemblati sul posto, la tecnica utilizzata da Apis Cor permette di costruire l'abitazione direttamente in loco.

 

Solamente gli infissi e la tinteggiatura hanno richiesto il lavoro dell'uomo.

 

L'abitazione è poco più grande di 30 metri quadrati, ma ha all'interno tutti i confort di un'abitazione del 2017.

 

L'aspetto più interessante è il prezzo: l'abitazione ha un costo di soli diecimila euro.

 


 

Smartphone.jpg