Nel novembre del 1986 la rivista "War Games" n.4, prodotta da "Edizioni S.I.P.E. s.r.l." , diffuse dalle edicole il gioco di strategia e guerra "Offensiva Barbarossa". Potete giocarci pure voi ancora oggi se vi installate un emulatore del Commodore 64 in un computer (per esempio il software Vice, che e' disponibile gratis per Windows, Linux, Mac, Android ed altri sistemi operativi) e vi scaricate un file che emula una cassetta audio del gioco, lo potete scaricare da qui oppure da qui .

 

 

C'e' chi afferma che questo strano game sia stato prodotto per inserire nell'inconscio di tanti giovani l'idea di attaccare l'Urss, allora si era ancora nella Guerra Fredda e nel videogioco si puo' impersonare solo i nazisti.

 

 

 

Nelle opzioni iniziali si puo' scegliere se affrontare lo scenario storico oppure uno facilitato.

 

Ecco la mappa del gioco, di certo aiuta ad imparare la geografia delle regioni europee della Russia.

 

Si poteva perfino ottenere una selezione dei territori da occupare sulla base del proprio piano di occupazione.

 

Approfittando della mancanza di una guida efficace da parte di Stalin all'inizio dell'offensiva i tedeschi distrussero al suolo molti aerei, oppure occuparono aeroporti dell'Urss catturandoli con le forze di terra (i nazisti usarono molti velivoli sequestrati ai sovietici).

 

Si possono poi impostare le direttrici dell'invasione, alcune sono perfino ovvie.

 

Nelle prime settimane il meteo e' favorevole, ma l'arrivo dell'inverno russo sara' devastante.

 

Avviando la fine del turno si vedono gli effetti delle strategie scelte dall'invasore.

 

Il computer sceglie come difendere l'Urss, e delle volte e' micidiale.

 

Piu' i combattimenti sono duri e piu' le riserve di rifornimenti tendono ad esaurirsi. Ovviamente durante l'inverno russo la situazione puo' diventare critica.

 

La mossa numero 2 rappresenta la seconda settimana dell'invasione, una vera e propria corsa contro il tempo prima dell'autunno e dell'inverno.

 

Questo strano gioco strategico (forse un'astuta forma di propaganda inconscia) ha almeno il vantaggio di insegnare i rudimenti della guerra dell'epoca, suggerendo ben poco come puo' essere stato terribile il combattimento reale che avvenne in quelle zone.

Il Webmaster del portale Ogigia.

 

 

Per leggere correttamente i testi dentro le immagini qui sotto si consiglia di visualizzarle con un monitor di computer o con un display a larga risoluzione.

 

 

 

 

Orange_Pi_2G-IoT.jpg