Privacy Policy Ogigia » I giovani italiani: emigrazione. Errore!
Directory non creata, verificare i permessi di scrittura





 
Portale
Cos'e' questo sito
Perche' questa grafica?
Perche' il nome Ogigia?
Domande frequenti
Rassegna stampa
Popolarita' delle notizie

Contatti dal web

Sfondi del computer
Immagini per la pace

Link verso siti amici
Banner di siti amici
Nostri banner
RSS di Ogigia

Disclaimer: questo sito ("Ogigia, l'isola incantata dei navigatori del web") NON rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita' su vari argomenti, tra cui Linux, geopolitica, metodi di auto-costruzione di risorse, elettronica, segreti, informatica ed altri campi. Non puo' pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001. Il Webmaster inoltre dichiara di NON essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilita' di persone terze NON sono da attribuirsi al Webmaster, che provvedera' alla loro cancellazione una volta venuto a conoscenza di un problema. Eventuali ritardi nella cancellazione di quanto sgradito non sono imputabili a nessuno. Si declina ogni responsabilita' sull'utilizzo da parte di terzi delle informazioni qui riportate. Le immagini pubblicate su questo sito, salvo diversa indicazione, sono state reperite su Internet, principalmente tramite ricerca libera con vari motori. In ogni caso si precisa che se qualcuno (potendo vantare diritti su immagini qui pubblicate, oppure su contenuti ed articoli, o per violazioni involontarie di copyright) avesse qualcosa da rimproverare o lamentare puo' scriverci attraverso la sezione per i contatti .

 
Cerca
Ricerca parole o frasi all'interno del sito.

 
Livello allarme
Ecco il livello di allarme dell'inconscio collettivo.


Se la sfera qui sopra e' arancione o addirittura rossa un qualche grosso evento (in corso adesso oppure nelle prossime ore) starebbe generando emozioni nelle masse di persone? E' un sistema controverso basato sulla fisica quantistica.



Per saperne di piu', vedere i grafici o capire i significati dei colori della sfera premere qui .
 
Servizi riservati
Questi servizi qui sotto sono riservati ai membri del team che collabora con questo sito, oppure per manutenzione o aggiornamenti. Vi si puo' accedere solo dopo il login.

Lucchetto

Login nel sito

Indice dei servizi
 
Statistiche
Visite: 2444050




Mappamondo ultime visite

I giovani italiani: emigrazione.

Riflessioni.pngLa disoccupazione giovanile in Italia è tristemente stabile al 40%, fra i settori più colpiti nel Paese vi è indubbiamente la ricerca: niente fondi né posti di lavoro, nessuna prospettiva. I giovani per fare carriera sono letteralmente costretti a partire. Cervelli in fuga, dramma italiano.



uploaded_image


"Non tornerei in Italia, anche se trovassi un posto".

Sui giornali italiani e non solo negli ultimi giorni fa parlare di sé la storia di Sabina Berretta, ricercatrice catanese che è riuscita a ottenere risultati eccellenti nella sua carriera lasciando l'Italia e partendo per gli Stati Uniti. Oggi Sabina, oltre ad insegnare all'Harvard Medical School, dirige l'Harvard Brain Tissue Resource Center al McLean Hospital di Boston. Tutto iniziò con una semplice borsa di studio. Il laboratorio di Sabina, composto da studiosi provenienti da tutto il mondo, si occupa di ricerche nel campo della schizofrenia e del disordine bipolare. La sua storia ha fatto riemergere una vecchia e triste storia: la cosiddetta fuga di cervelli e l'immane difficoltà di trovare lavoro nel campo della ricerca in Italia. Quali misure dovrebbero essere adottate per invertire questa tendenza? Che cosa andrebbe cambiato nel sistema italiano? Sputnik Italia ha raggiunto per una riflessione in merito direttamente la ricercatrice di successo Sabina Berretta.



— Sabina, di che cosa si occupa esattamente negli Stati Uniti?

— Io insegno ad Harvard e ho un laboratorio che si occupa di ricerca sulla patofisiologia della schizofrenia e del disordine bipolare. Siamo un gruppo di otto ricercatori più me da più parti del mondo, il che è importante per molti versi. Usiamo sia culture cellulari da biopsie, ma anche per la maggior parte tessuti del cervello, per cercare di capire quali sono i cambiamenti che succedono nel cervello delle persone schizofreniche o con il disordine bipolare. Questo sia a livello di molecole, sia cellulare e di neurochimica. Lo scopo delle ricerche è di capire meglio quali sono i cambiamenti perché si possano così sviluppare dei farmaci per trattare più specificamente queste patologie. È anche un modo per capire di più la gente che soffre, se non capiamo in quali parti del cervello accadono i cambiamenti, avviene allora la stigmatizzazione di queste persone.



— Il cervello è una materia ancora tutta da esplorare, vero?

— È vero che abbiamo fatto dei passi da gigante negli ultimi 20 anni, c'è stata un'esplosione di metodologie nuove che ci permettono di fare studi, ritenuti fantascienza fino a 10 anni fa. È vero anche che sappiamo molto, ma pochissimo rispetto a quello che ci sarebbe da capire. Queste malattie mi interessano da tanto tempo, perché sono malattie che colpiscono parte delle nostre funzioni come il pensare, il capire una situazione nel suo contesto, il relazionarsi con altre persone. Studiare queste malattie spero aiuterà molta gente che ne soffre, può anche aiutare a capire noi stessi e come ci relazioniamo con gli altri.



— Lei ha ottenuto grandi risultati nella sua carriera lasciando Catania e partendo per gli Stati Uniti, dove lavora tuttora. Che cosa ne pensa delle condizioni della ricerca nel Belpaese?

— I miei amici e colleghi italiani li sento una volta ogni tanto. In Italia ci sono laboratori che fanno ottimi lavori e che danno possibilità ai ricercatori di ottenere risultati eccellenti. Secondo me quello che si ha non è abbastanza. Da quando hanno iniziato a intervistarmi questi ultimi giorni, mi sono arrivate centinaia di e-mail da giovani studenti e dicono tutti la stessa cosa: "siamo laureati, ma non abbiamo possibilità di trovare lavoro, non sappiamo cosa fare, vorremmo andare all'estero. In Italia non ci sono possibilità". Gli Stati Uniti ovviamente non sono perfetti, anche qui fare ricerca è difficile, trovare fondi è difficilissimo, ma è possibile, mentre in Italia sembra sia proprio impossibile. Ci sono pochi posti di lavoro e migliaia di candidati per un posto, il che non succede negli Stati Uniti, la struttura della ricerca è molto più flessibile qui, è molto più facile assumere un ricercatore, un assistente, un associato o un professore. Qui la selezione non viene effettuata su una base rigida di concorsi come in Italia. È facile muoversi, collaborare, assumere le persone giuste al momento giusto. Questa flessibilità è quello che conta davvero nella ricerca. Ed è il motivo per il quale non tornerei in Italia, anche se trovassi un posto.



— Che cosa andrebbe cambiato secondo lei nel mondo della ricerca in Italia? Non è solo un problema economico, ma anche di sistema?

— Non so da un punto di vista concreto quali cambiamenti andrebbero fatti, però mi rendo benissimo conto che fondi ce ne sono pochi ed è difficile saperli usare. Ovviamente i fondi sono importanti, senza non puoi fare ricerca, ma penso che bisognerebbe discutere non tanto di come evitare che gli italiani fuggano all'estero, ma di come aprire la struttura in maniera che da tutto il mondo la gente possa venire a fare ricerca in Italia. Questo è il sistema che funziona negli Stati Uniti. È importantissimo che in un laboratorio di ricerca ci sia gente che viene non solo da tante parti dell'America, ma da altre parti del mondo. Nel mio laboratorio per esempio c'è il mondo intero.



— Da dove vengono i colleghi del suo laboratorio?

— Due ricercatori provengono da laboratori americani, abbiamo un altro cervello in fuga italiano Gabriele Chelini, che ci ha appena raggiunto ed è bravissimo, farà carriera, ma in Italia anche lui non poteva trovare lavoro. Ho una ricercatrice di origini hawaiane, ma ha già fatto ricerca a Parigi e ora lavora con noi, un ragazzo viene dalla Grecia, un altro dalla Giordania, poi uno dall'Afghanistan, un altro dall'Iran. È importante questa varietà per lo scambio di idee e formazioni diverse. Io penso che l'Italia e qualunque altro Paese che voglia fare ricerca sul serio dovrebbe avere la capacità di attirare persone con culture e esperienze diverse. Se ci fossero inoltre dei fondi tutto allora sarebbe più facile, la gente dall'estero verrebbe a lavorare in Italia.



— Che cosa le manca dell'Italia?

— Senza dubbio l'Italia è un Paese bellissimo. Quando negli Stati Uniti dico che vengo dall'Italia, mi chiedono tutti perché me ne sono andata. È un Paese straordinario dal punto di vista della natura, della cultura, ma anche pieno di gente interessante. Questo mi manca, come anche la famiglia e gli amici. Quando vengo in Italia quello che mi manca invece è la diversità culturale che c'è qui a Boston o a New York per esempio.



— In Italia mancherà l'universalità, ma al mondo intero manca l'Italia!

— È reciproco, esatto!



— Quale messaggio vorrebbe lanciare a tutti i ricercatori in Italia e nel mondo che vorrebbero continuare i loro studi? Qual è il segreto del successo?

— Non bisogna scoraggiarsi, ma essere testardi. Quando si fa ricerca è difficile, abbiamo un lavoro da pubblicare e ce lo rimandano indietro senza pubblicarlo, mandiamo richieste di finanziamento e non lo otteniamo. Ci laureiamo, ma non ci sono posti di lavoro. Bisognerebbe anche far capire ai giovani come seguire questo percorso dando delle indicazioni a chi volesse ottenere borse di studio o partire a studiare all'estero. Io ho avuto fortuna, ma quando c'è una passione forte e non si molla mai ad un certo punto qualcosa poi si ottiene. Non scoraggiatevi, non arrendetevi e non mollate mai!



L'opinione dell'Autore può non coincidere con la posizione della Redazione.

Fonte: https://it.sputniknews.com


Pubblicato Lunedi 20 Marzo 2017 - 09:34 (letto 113 volte)
Comment Commenti? Print Stampa Bookmark and Share



Le ultime notizie relative a questo argomento

Read La tragica storia del fidget spinner. (19/06/2017 - 09:10) letto 47 volte
Read Restare umani tra gli zombie. (11/06/2017 - 11:15) letto 77 volte
Read Gli effetti dei "mi piace". (05/06/2017 - 09:21) letto 103 volte
Read Fake News, a casaccio dal mondo. (04/05/2017 - 09:04) letto 85 volte
Read La fine del denaro contante. (02/05/2017 - 09:15) letto 156 volte
Read I giovani italiani: emigrazione. (20/03/2017 - 09:34) letto 113 volte
Read Golf: una senatrice con un video rivela... (08/02/2017 - 09:33) letto 153 volte
Read Un movimento per la liberta' dei siti web. (30/01/2017 - 09:38) letto 74 volte
Read Terremotati, gelo e rigidita' mentale. (26/01/2017 - 10:31) letto 132 volte
Read Cervelli italiani arricchiscono altri stati. (17/12/2016 - 09:36) letto 139 volte
Read Il potere ama l'ignoranza di massa. (26/11/2016 - 12:19) letto 245 volte
Read Ibernazione, morte e societa'. (24/11/2016 - 09:18) letto 127 volte
Read Rio De Janeiro: cosa succede per strada? (16/11/2016 - 15:28) letto 186 volte
Read Rabbia, depressione, sanita' e potere. (14/11/2016 - 10:18) letto 144 volte
Read Ollolai, le case ad un solo euro. (04/11/2016 - 09:27) letto 190 volte
Read La solitudine distrugge la societa'. (25/10/2016 - 15:03) letto 221 volte
Read Non fatevi gestire dagli altri. (24/10/2016 - 09:19) letto 202 volte
Read Cosa accettiamo tutti i giorni? (22/10/2016 - 09:26) letto 296 volte
Read Un cartone sugli smartphone-dipendenti. (20/10/2016 - 17:56) letto 174 volte

Tutte le notizie relative a questo argomento
Riflessioni.png
 
Annunci
 
Login





Lingua del sito:
deutsch english español français italiano português
 
Utenti
Persone on-line:
admins 0 amministratori
users 0 utenti
guests 3 ospiti
 
Servizi esterni
Sms gratis

Indirizzi url brevi
Http:// abbreviati

Ascolta tuo testo
Parlato vario da testo
Traduci testo ed ascolta

Traduci in 15 lingue
Google Traduttore

Trova notizie

Vedere dal digitale terrestre

Ora legale

Software per Windows
Programmi per tipo
Programmi antivirus
Software per ipovedenti

Trova farmacie aperte
Trova un farmaco

25 antivirus online
Antivirus Panda online
HouseCall scansione
Analizza il tuo Windows
Scan di file e siti
Trova virus in siti
Malware nei siti
Avg controlla sito
McAfee controlla sito
I rischi di un sito
Reputazione di un sito
Lista di siti pericolosi
Scan intrusioni nei siti
Scan cookies dei siti
Spam in un sito
La qualita' di un sito
Piazzamento di un sito
Pagerank di un sito

Ferma spam nei forum

Prova sito con tanti browser

Verifica Iban bancario

Per hardware ridotti

Condividi 1 terabyte
Condividi 50 gb
Condividi 25 gb
Condividi 20 gb
Condividi 5 gb
Condividi Pdf liberi
Cartella mediante link
Vari file via link
Un file mediante link
File via link per 30 giorni
File via link per sempre
Un file via link
File da pc a pc
Pubblica video liberi

Google Maps
Bing Mappe
Yahoo Maps
Mcn Earth
Scribble Maps
UMapper in Flash

App store Android gratis

Multi-messenger IM+
Multi-messenger Iwantim
Multi-messenger Instan-t
Telegram dal web
Stanza per chat
Chat libera

Skype dal web

Indaga su persone
Facebook Scan

Videosorveglianza
Videochat immediata
Videochat libera
Videochat semplice
Videoconferenza online
Pagina autoricaricata

Fotografa un sito
Filma nel tuo computer
Un sito diventa Pdf

Wi-fi libere Ninux
Trova wi-fi pubblico
Cerca wi-fi su mappa
Copertura del segnale
Testa la tua connessione
4 diversi test di rete

Popolarita' siti

Appunti online
Pubblica codici liberi
Codici con password
Pagine web online
Presentazioni online
Professionalita' online
Converti Word in Pdf
Conversione di Pdf
Da Pdf in Word
Da Pdf in Autocad
Office online con amici
Tutorial con grafici
Contabilita' delle paghe

Ftp online
Scaricatore universale
Scarica video dai server
Scarica e converti video
Converti e scarica video
Da file mp3 a video
Converti 205 formati
Converti file vari
Decomprimi file zippato

Account in siti famosi

Localizza da IP
Indaga su un IP

Genera un feed RSS

Editor Html Instant
EFP editor Html
Quackit editor Html
Isdntek editor Html
CKEDITOR editor Html
TinyMCE editor Html

Spazio web da 5 gb
Flatnuke per siti web
Estensioni per Joomla
Aggiungi ai motori
Grafico nel sito

Vedi siti solo testo
Accedi dagli Usa
Accedi da stati diversi
Progetta i proxi
Cambia i proxi
Anonimato in rete

Voli aerei
Navi in mare

Disastri
Emergenze
Incendi su mappa
Epidemie
Allarmi dall'inconscio

Attacchi hacker
Satelliti ed orbite

Genera diversi codici QR
Miglior generatore QR
Codici QR grafici
Legge QR in diversi modi
Legge QR nelle immagini

Pc virtuale Oodesk

Testo diventa animato
Testo dentro giornale
Testo scorre nei led
Testo multicolore scorre
Testo scorrente in una Gif
Testo diventa logo
Testo dentro logo

Gimp per immagini
Modifica foto online
Super editor di immagini
Fotomontaggio online
Effetti su foto
Ridimensiona immagine
Unire delle foto
Foto fuse in una Gif
Gif da diverse fonti
Gif ben temporizzate
Foto e video in una Gif
Gif da draw e da foto
Editor foto per gif
Foto fuse in una Gif
Gif da diverse fonti
Unire foto in una Gif
Scrivi testo in una foto
Stemmi, loghi e targhe
Effetti su foto tessera
Facce inserite con effetti
Facce in vecchie foto
Facce nei soldi o altrove
Fotoritocco del viso
Faccia diventa 3D
Riflesso in una foto
Mappa su una foto
Imgur pubblica immagini
Prnt pubblica immagini
Montaggi di foto
Colorare disegni per bimbi
Disegni da colorare

Messaggi su WhatsApp
 
Lettura
Selezionate un testo dentro il sito e premete il tasto sotto per ascoltarlo in lingua italiana.


Freely inspired to Mollio template