Voi forse non lo sapete, ma oltre alla caccia agli animali esiste anche quella sugli esseri umani, si pratica in tutta Italia ed e' spesso impunita.

 

 

Ieri sono andato con un'amica alla sua mostra di poesie, disegni e bigiotteria che ha mostrato in una sala comunale in provincia di Mantova. Ho conosciuto anche due artisti, di cui uno era un soggetto potenzialmente molto intelligente. Esso aveva realizzato delle opere che, con altra organizzazione, si venderebbero su Internet con facilita' arricchendo l'artista e la comunita' dove lui vive. Piccolo problema:
la mia amica mi ha detto che quell'artista e' stato per anni ospite di una comunita' per gente rovinata psicologicamente, a causa di traumi e persecuzioni sociali. Non e' nato malato di mente, nota scusa che si sente dire qua e la' per giustificare che qualcuno e' strano oppure psiticamente danneggiato. La maggior parte dei malati psitici che vedete NON sono il frutto di pazzia congenita ma per via di traumi subiti. Quell'artista e' nato normalissimo, solo che ha un modo di muoversi ed una faccia che ispira derisione negli idioti, ed e' stato preso di mira per anni ed anni accumulando disagio. La gente in divisa non ha fatto nulla, anche perche' non puo' fare molto in questi casi per via di leggi e regolamenti (che definire inadeguati e' poco). Praticamente e' stata quasi legalizzata la caccia anche agli esseri umani, non solo agli animali. Si mettono in gruppo dei figli di papa' ed elementi ignoranti quanto aggressivi, prendono di mira gente che trovano ridicola o diversa, e le rovinano (anche per sempre). In altri casi la vittima e' una persona emarginata di basso peso e credibilita' sociale, un bersaglio perfetto per una caccia agli umani perche' nessuno arrivera' in loro soccorso. Succede in tutta Italia, in altri paesi lo Stato e le forze dell'ordine intervengono pesantemente per difendere il cittadino, la privacy e la tranquillita' delle persone.

Lasciate perdere le scuse di chi partecipa alla caccia agli umani, armati di insulti, derisione ed anche violenza fisica. Il dileggio e lo sfottimento sono proibiti in molte culture per i danni che provocano nelle vittime, che possono solo peggiorare psicologicamente. Un disagio prolungato nel tempo indotto su una persona genera danni paragonabili a forti traumi: http://www.iovalgo.com I diffusissimi episodi di stalker, bullismo e linciaggi sociali stanno facendo all'Italia danni paragonabili ad una guerra, riempiendo il paese di gente inferma e devastata.

Centinaia di migliaia di persone danneggiate o rovinate, miliardi di risorse distrutte o mai prodotte, persone che invece che essere produttive vivono prendendo dallo stato una pensione di invalidita'. Altri disagiati per vivere devono fuggire all'estero, anche chi e' troppo intelligente viene visto come strano o da prendere di mira. Cosi' alla fine i cervelli utili per attivare nuovi posti di lavoro o per difendere il paese nei giorni delle prove piu' grandi non ci sono. Meglio lasciar rovinare i cittadini che salvaguardare gli interessi nazionali e dei singoli cittadini? La caccia agli umani avviene tutti i giorni e produce danni per miliardi, infermita', violenza, pensioni di invalidita', perdita di posti di lavoro, emigrazione di persone di talento verso l'estero. Non e' solo una questione sociale, la distruzione dell'Italia dall'interno diventa una questione di pericolo per il futuro del paese. Quando il governo fermera' la caccia agli umani come succede in altri stati europei?

Opinione di Nandos Bahjas (pseudonimo), medico, Italia.

 


 

Microchip.jpg