I social network crescono nell'uso e nella quotidianità di tutti noi per ottenere informazioni, rimanere in contatto con il mondo e comunicare in modo smart. Ci sono, tuttavia, degli aspetti negativi che, se trascurati, possono essere molto pericolosi. Uno tra questi è quello della tutela dei minori, che si avvicinano ingenuamente ai social ignorandone completamente i rischi correlati e cadendo vittime di malintenzionati. Ulteriore rischio è quello della tutela della privacy.

 

 

Per questo motivo è nata la piattaforma Minds.com , sostenuta dal gruppo di attivisti Anonymous , che promettono assoluta trasparenza e sicurezza per gli utenti. La piattaforma ha le stesse opzioni di base di tutti gli altri Social: gli utenti inviano aggiornamenti ai loro contatti e/o follower nell’ottica della condivisione ma, a differenza degli altri, questo non si propone di trarre profitti dalla vendita dei dati dell’utente né dalla loro profilazione. Tutti i dati sarebbero rigorosamente crittografati e blindati ad ogni occhio indiscreto, che siano agenzie pubblicitarie o agenzie governative.

Altra novità è costituita dai premi agli utenti: più interagiscono più raccolgono punti che li fanno salire in classifica di popolarità. Insomma “un network che ti premia con la visibilità“. Lanciato ufficialmente in versione desktop e in versione mobile, è completamente open source: tutti possono contribuire al suo miglioramento e vengono sollecitati a farlo attraverso la pagina Facebook ARTof Revolution :
Collaboriamo tutti alla creazione di minds.com e altri open-source per creare un servizio che sia veramente del popolo, fatto dal popolo e per il popolo.

Vision confermata anche dal fondatore Bill Ottman:
Sono gli utenti che devono avere il controllo dei social media, in tutti i sensi. Molte compagnie vantano l’uso della crittografia a tutela della privacy ma questa diventa inutile se il codice non è ispezionabile e nasconde apposite backdoor.

Fonte: http://news.you-ng.it

 


 

Orange_Pi_2G-IoT.jpg