E' stata a lungo scaricabile una versione di Linux Ogigia per i computer vecchi, cerchiamo di valutare l'impatto economico in Italia del sistema gratuito distribuito dal web ed avrete una gradita sorpresa. E' utile infatti mostrare come puo' bastare una piccola iniziativa per produrre un grande beneficio per tutti. Come potete leggere sotto, si e' trattato di un regalo all'Italia di milioni di euro.

I sistemi Linux Ogigia sono attualmente tre nel 2014, per questo esempio consideriamo SOLO il Linux Ogigia Puppet Tenlight, che NON e' stato aggiornato dal 2010 perche' altrimenti i nuovi kernel di Linux sarebbe risultati inutilizzabili su molti vecchi computer, tralasciando milioni di vecchie macchine da un possibile ripristino. Nel 2010 questo sistema Linux era scaricabile da diversi portali, fino al 2011 lo si trovava anche su Emule, quindi le copie in circolazione sono necessariamente maggiori di quelle che andiamo a preventivare in questo articolo. Noi faremo una stima basandoci SOLO su questa sottoversione.

Per consentire i vostri controlli il contatore e' bloccato da oggi senza potersi aggiornare grazie alla "foto" qui sotto (per evitare possibili "ritocchi" del contatore da parte di abili manipolatori), leggete il numero degli scaricamenti in 4 anni...

 

 

I download sono stati ben 58.361 (nonostante i malintenzionati), cosa puo' significare in termini economici e' ora pura speculazione e teoria.

Chi scarica un sistema Linux mirato al recupero dei vecchi computer sa' gia' cosa si trovera' di fronte, la maggior parte degli scaricamenti produrra' quindi un tentato recupero di un pc o di un portatile. La stragrande maggioranza di quei 58.361 download avra' generato uno o piu' cd, sono ancora ben pochi quelli che provano un sistema Linux da una chiavetta usb. Quanti cd saranno stati incisi con questo sistema operativo gratuito? Quasi nessuno avra' scaricato il file per non provarlo, quasi tutti avranno fatto dei cd, ed una parte di loro e' probabile che abbia fatto una copia o piu' per gli amici. Dire che da ogni file possono essersi originati solo uno o piu' cd, salvo pochi test su chiavetta usb, consente di immaginare (al massimo difetto possibile) un'ipotesi di soli 60.000 cd.

Diamo quindi per ipotesi che qualche vecchio hardware non era compatibile, e che un po' di utenti non abbiano usato correttamente le istruzioni in italiano nonostante la massima semplificazione possibile. E' vero che nei forum troviamo con Google qualche utente che non e' riuscito a utilizzare il sistema, ma le migliaia di utenti silenziosi denunciano chiaramente dei successi oltre agli entusiasmi proclamati in Rete. Forziamo quindi al massimo la stima in difetto, e consideriamo solo 50.000 computer recuperati (ma sappiamo benissimo che da un solo cd si possono recuperare piu' computer). Per via del vizio di buttare via vecchie macchine nella spazzatura, e' ovvio che il maggior numero di utilizzatori di Linux Ogigia Puppet Tenlight devono aver agito sui piu' recenti Pentiun 3 ed equivalenti, e minoranze sui sistemi a livello di Pentium 1 e Pentium 2 (che ormai sono scomparsi dalle discariche, e quindi piu' introvabili). E' vero che questo sistema Linux funziona anche su molti Pentium 1, ma comunque quelle vecchie macchine non possono fare miracoli e quindi saranno state spesso scartate a priori. Sempre per esagerare al massimo ecco una stima del livello dei computer recuperati in Italia grazie a questo sistema, dal nostro solo portale:
Pentium 1 o equivalente: 10.000 computer
Pentium 2 o equivalente: 15.000 computer
Pentium 3 o equivalente: 35.000 computer

Ecco sul mercato libero i probabili costi medi dei computer usati, sempre per stima in difetto (basandosi sulle offerte nelle rubriche di annunci).
Pentium 1 o equivalente: 10 euro.
Pentium 2 o equivalente: 30 euro.
Pentium 3 o equivalente: 50 euro.

Facciamo quindi delle moltiplicazioni...
Pentium 1 o equivalente: 10.000 computer x 10 euro = 100.000 euro.
Pentium 2 o equivalente: 15.000 computer x 30 euro = 450.000 euro.
Pentium 3 o equivalente: 35.000 computer x 50 euro = 1.750.000 euro.
Una semplice somma porta alla cifra totale di 2.300.000 euro.

 

 

La cifra di due milioni e trecentomila euro conteggia solo le risorse reimmesse sul mercato il primo giorno (non dimentichiamo che i componenti sono tutti importati dal sudest asiatico), ma ogni computer nel corso della sua vita genera servizi, videogiochi, risorse, produzione multimediale, lavoro, intrattenimento, insegnamento scolastico, benefici, consultazione dati ed utilita' varia (tra cui la ricostruzione da componenti improvvisati dopo terremoti ed alluvioni). Regalare un solo anno di attivita' in piu' ad un computer puo' significare il generare risorse da 100 a 10.000 euro, a seconda dell'utilizzo svolto. Immaginiamo la peggior situazione possibile, cioe' che ognuno dei 50.000 computer recuperati funziona per un solo anno, generando solo 100 euro di benefici diretti ed indiretti. Dobbiamo quindi calcolare:
50.000 computer per 100 euro cadauno = 5.000.000 di euro.
Aggiungiamo i 2.300.000 euro qui precedenti e ricaviamo = 7.300.000 euro.

Il beneficio diretto ed indiretto sull'economia italiana dei cittadini normali (fatta di scambi e perfino di solidarieta'), prodotto dall'unica versione di Linux Ogigia diffusa da questo portale, la possiamo quindi stimare oltre i 7 milioni di euro, ma solo per difetto ed accettando solo condizioni incredibilmente sfavorevoli ed improbabili. E' ovvio che in realta' il progetto di questo sistema operativo ha generato un risparmio ed un beneficio molto superiore, donato all'economia italiana grazie a migliaia di persone intraprendenti che hanno scaricato ed imparato ad usare Linux Ogigia Puppet Tenlight. Notate bene che questo sistema operativo gratuito funziona cosi' bene che e' stato CONSIGLIATO dalla rubrica di posta del prestigioso giornale "Linux Magazine":

 

 

Ricordiamo che il sistema Linux Ogigia Puppet Tenlight, ridistribuito da questo portale, e' stato ideato e realizzato dal Webmaster del portale Ogigia, il quale vanta una notevole carriera in campo informatico, ed anche l'attenzione della stampa .

 

 

Ogni sistema Linux Ogigia e' stato potuto diffonderlo cosi' tanto solo grazie a siti, giornali ed utenti che lo hanno pubblicizzato positivamente, approfittiamo per ringraziare tutti quanti per tutti i milioni di euro di beneficio diretto ed indiretto che e' stato donato all'Italia mediante i recuperi di vecchi computer, oppure non dovendo comprare licenze di prodotti informatici fatti all'estero.

 

Per tornare all'indice degli articoli circa il progetto Linux Ogigia premere qui .

Articolo del Webmaster del portale Ogigia.

 


 

Computer_vecchi.jpg