Chi conosce la leggerezza dei sistemi Linux per i computer vecchi (per esempio Lubuntu, a cui bastano 256 mb di ram, oppure Puppy che puo' funzionare con anche meno) non si meravigliera'. Partendo dal Raspberry PI stanno dilagando nuove schede a basso costo "tutto compreso" con cui si costruiscono perfino computer economici e capaci, in questo caso il cuore del sistema si chiama Pine64 ed e' di piccole dimensioni, nonche' basso consumo di corrente elettrica. Linux diventa cosi' la chiave di un enorme risparmio economico, ma anche permette ad inventori e nuovi imprenditori di attivarsi un lavoro onesto.

 

 

Non lasciatevi ingannare dal prezzo, Pinebook (è questo il suo nome) ha molto da offrire per la fascia di prezzo in cui si posiziona. Pinebook è dedicato prevalentemente a chi (come noi di TechnoBlitz) amano Linux e sentono la necessità magari di averlo anche su un portatile.

 

 

La prima cosa che salta subito all’occhio è sicuramente il suo design molto simile ad un Macbook Air, sia il peso che lo spesso infatti sono molti ridotti, rispettivamente 1,2 kg e circa 2 cm. Pinebook è disponibile in due varianti in cui cambia soltanto la dimensione dello schermo e sono una versione da 11″ pollici ed una da 14″ e costano rispettivamente 89$ e 99$. Ma passiamo ora alla caratteristica sicuramente più interessante: il prezzo.

 

 

Specifiche - descrizione
CPU: Allwinner A64 Quad-Core Cortex-A53 64-bit @ 1.2 GHz;
GPU: Mali-400MP2 (Display: 1280 x 720);
RAM: 2GB LPDDR3;
Storage: 16GB eMMC 5.0 (Espandibile fino a 256GB via microSD);
Porte: 2x USB 2.0, 1x MicroSD, 1x 3.5mm Jack, 1x Mini HDMI;
Batteria: 10,000 mAh al litio;
Camera: 1.2MP frontale, compresa di microfono:
Connettività: wifi 802.11 b/g/n, bluetooth 4.0 .

 

 

Inoltre vi lascio di seguito il link ufficiale del produttore .

Fonte estera: https://fossbytes.com

Fonte: http://www.technoblitz.it

 

 

 

Raspberry_PI.jpg