PeerTube è un software libero decentralizzato e federato che utilizza la tecnologia di rete paritaria (P2P) per ridurre il carico sui singoli server. È rilasciato sotto licenza GNU Affero General Public License. Il progetto è nato nel 2015 da un singolo programmatore. Lo sviluppo di PeerTube fu successivamente supportato da un'organizzazione non a scopo di lucro francese, la Framasoft. L'obiettivo è fornire un'alternativa alle piattaforme centralizzate come Vimeo, YouTube o Dailymotion.

Caratteristiche.
Ogni istanza di PeerTube fornisce un sito web per sfogliare e guardare video ed è, per impostazione predefinita, indipendente dagli altri in termini di aspetto, funzionalità e regole. Diverse istanze, con regole comuni (ad esempio consentire contenuti simili, che richiedono la registrazione) possono formare una "federazione", in cui vengono condivisi i video di tutte le istanze che vi partecipano, anche se ogni video è archiviato solo dall'istanza che lo ha pubblicato. Le federazioni sono indipendenti l'una dall'altra. I video sono distribuiti su base peer-to-peer. Gli utenti collegati alla piattaforma fungono da punti di inoltro che inviano pezzi di video ad altri utenti. Il sistema funziona attraverso una federazione di istanze gestite da entità indipendenti. Ogni server PeerTube può ospitare un qualsiasi numero di video da solo, e può inoltre federarsi con altri server per permettere agli utenti di guardare i loro video nella stessa interfaccia utente. Questa federazione permette di ospitare collettivamente un gran numero di video in una piattaforma unificata, senza dover costruire un'infrastruttura paragonabile a quella dei giganti del web. Ogni server è gestito e rimane sotto la sola amministrazione di un'entità distinta. PeerTube utilizza il protocollo ActivityPub per consentire il decentramento e la compatibilità con altri servizi del Fediverso che può impedire il vendor lock-in e renderlo più resistente alla censura.

Fonte: https://it.wikipedia.org



Link al servizio in rete: https://peertube.uno



Lo scopo di questo software è quello di piantarti come alternativa al potente YouTube, ma sai cos'è PeerTube? E quale ruolo gioca l'utente? Fondata nel 2015, si definisce come l'unica applicazione web per l'hosting video che combina tre vantaggi: codice aperto, una federazione di fornitori di di hosting trasmissione interconnessa e peer (peer-to-peer). Sembra complesso, quindi andiamo parti.

Scopri cos'è PeerTube.
È un software libero che potrebbe essere consolidato con il finanziamento dell'organizzazione francese Framasoft, che ritiene che sia possibile un mondo digitale emancipatorio. In questo senso, il servizio non è collegato a una grande azienda tecnologica né dipende da annunci pubblicitari, come YouTube. In reazione a di hosting, PeerTube indica che non è una piattaforma di hosting video unica con un unico set di regole, ma una rete di dozzine di fornitori di di hosting interconnessi. Ognuno di questi è composto da varie persone e amministratori. Ora, quando viene visualizzata una clip qui, entra in gioco la tecnologia WebTorrent, che consente la trasmissione simultanea con altri spettatori che la stanno anche guardando. Cioè, lungi dal rendere inaccessibile un video diventando virale, PeerTube è sempre attivo perché diversi utenti si scambiano (condividono) dati da esso.

Il tuo YouTube fatto in casa.
Di cosa hai bisogno per avere il tuo sito Web (istanza) che ti dà la possibilità di ospitare e diffondere video? Per iniziare, PeerTube chiede di leggere la documentazione di installazione, ed è qui che l'utente comune può trovare il primo ostacolo, poiché l'intero processo è in GitHub, la famosa piattaforma di sviluppo collaborativo. In altre parole, la conoscenza di uno sviluppatore di software è necessaria per creare il sito che potrebbe contenere clip della tua famiglia o organizzazione, per non dire altro. Ospita solo i tuoi utenti e i loro video. È possibile definire il numero di record disponibili e una quota del disco per utente. Solo i video delle istanze che hai scelto di seguire appariranno sulla tua home page, spiega PeerTube.

E se voglio solo caricare video?
PeerTube ha diverse istanze o sistemazioni per i tuoi video; Ognuno ha i propri termini di servizio, i criteri di moderazione e il limite di spazio su disco per utente, ad esempio. Per caricare una clip è necessario creare un account nell'istanza o nel sito Web, per il quale è richiesta un'e-mail, una password e concordare i termini della stessa. Rispetto a quei creatori che stanno cercando di monetizzare il proprio lavoro, PeerTube sottolinea che è possibile configurare il pulsante Supporto ed esporre al pubblico il modo in cui è richiesto il proprio supporto per continuare a realizzare video. Per quanto riguarda i contenuti illegali, il servizio consente di segnalare video problematici e ciascun amministratore deve applicare la propria moderazione in base ai propri termini e condizioni e alla legge (locale).

Gli spettatori sono persone.
Coloro che vogliono solo guardare video su PeerTube, senza registrarsi, possono farlo. In effetti, come detto all'inizio, più spettatori hanno lo stesso contenuto, meglio è, poiché apre la possibilità di una trasmissione più stabile sulla piattaforma. Il problema è trovare determinati contenuti di tuo interesse, poiché il servizio non ha un motore di ricerca di istanze tematiche, che potrebbe influire in modo significativo sull'esperienza dell'utente. Per fare un paragone, su YouTube puoi trovare una clip praticamente di qualsiasi questione, anche senza registrarti. PeerTube continua a evolversi e il suo obiettivo non è quello di sostituire la piattaforma di Google. L'ambizione rimane di essere un'alternativa libera e decentralizzata: l'obiettivo di un'alternativa non è sostituire, ma proporre qualcos'altro, con valori diversi, paralleli a ciò che già esiste, enfatizza il servizio.

Fonte: https://www.funzen.net

 

 

 

Raspberry_PI.jpg