Tiny Core Linux è una mini-distribuzione Linux strutturata in soli 10MB. Tiny Core a differenza di altre distribuzioni Linux di piccole dimensioni, presenta delle caratteristiche innovative. Il core della distribuzione gira per intero in RAM e ha un tempo di boot estremamente ridotto. I componenti principali del sistema sono un Kernel Linux 3.0, Busybox, Tiny X, Fltk (Fast Light ToolKit). Una barra delle applicazioni in stile macOS spicca come elemento di discontinuità rispetto a quelle tradizionali di Gnome e KDE. La distribuzione base non presenta nessuna applicazione utente, ad eccezione di un browser che consente di accedere alla repository online delle estensioni. Le estensioni sono file compressi di tipo squashfs. Navigando l'archivio è possibile selezionare le applicazioni da utilizzare e installarle secondo uno dei 3 metodi proposti.

 

Installazione estensioni.

Cloud computing: Le estensioni scaricate usando il browser delle applicazioni esisteranno solo nella sessione corrente e saranno installate in RAM.
TCE/Installa: le applicazioni verranno scaricate, decompresse e ogni file risultante viene collegato al file system.
TCE/Installa + copyfs (copia nel file system): le applicazioni verranno scaricate, decompresse nel file system.

Esiste anche un modo ibrido di operare: Local/Install: installa le estensioni in una partizione Linux o un loop back file contenente la cartella /usr/local. Le estensioni che supportano questa modalità sono marcate come compatibili PPI nei loro .info file. L'obiettivo di Tiny Core è quello di essere un sistema Linux usabile in tutti i contesti, da quelli di “amministrazione e recovery” a quelli di normale produttività “desktop environment”. Le piattaforme hardware gestite da questa distribuzione sono la maggior parte di quelle ad oggi esistenti nel mondo dei computer desktop, dei notebook e dei netbook.

 

Traduzione italiana.

Nel repository ufficiale è disponibile l'estensione base-locale che contiene le traduzione delle interfacce grafiche.

 

Fonte: https://it.wikipedia.org

Sito ufficiale di questa distribuzione: http://tinycorelinux.net

 

 

Negli ultimi giorni mi sto dedicando a scoprire Tiny Core Linux, una distribuzione minimalista, appena 10 MB, ma piena di idee interessanti. Non deriva da nessuna delle distribuzioni più conosciute, ma l’autore si è fatto le ossa con Damn Smal Linux, mutuando da questa distro l’attenzione alla leggerezza e al minimalismo.

Oltre al peso ridottissimo, Tiny Core ha tempi di boot da record (qualche secondo), un pannello di controllo che consente di configurare, tra le altre cose, la scheda di rete, i punti di mount, avviare un server SSH, TFTP.

Inoltre Tiny Core è dotata di un gestore delle applicazioni che consente di installare moltissimi programmi per renderla in tutto e per tutto una distribuzione completa. Con poche e semplici operazioni sono riuscito a installare Tiny Core 2.3 su una scheda SD presente sul mio Asus Eee PC 701, che al momento è equipaggiato con Jolicloud sull’hard disk SSD.

Per l’installazione ho effettuato le seguenti operazioni direttamente da Jolicloud, (imho) rendendo più semplice la procedura descritta sul sito di Tiny Core:

- ho usato Unetbootin per trasferire la ISO di Tiny Core su una pen drive;
- ho montato la pen drive in una directory (scollegando e ricollegando la pennetta questa viene montata in automatico in una directory in /media);
- utilizzando Gparted ho creato sulla scheda SD una partizione primaria e l’ho formattata utilizzando il filesystem ext3;
- ho creato le directory necessarie su SD e copiato dalla pen drive i file necessari seguendo le indicazioni date dalla procedura di installazione. I file da copiare in realtà sono appena due bzImage e tinycore.gz ;
- l’ultimo passo nel mio caso è consistito nel modificare menu.lst di GRUB su Jolicloud per poter avviare Tiny Core su SD

Nel mio caso la scheda SD è identificata come “sdb1” che in GRUB si traduce in (hd1,0), dunque la entry in menu.lst dovrà essere la seguente:

title tinycore
root (hd1,0)
kernel /boot/bzImage quiet
initrd /boot/tinycore.gz

A questo punto, se tutto è andato bene, da GRUB si potrà avviare Tiny Core. Al momento, installando Wicd (che porta con se come dipendenze moduli e software utile) la scheda wireless dell’Eee PC 701 viene riconosciuta, ma nonostante questo c’è un problema con dbus che impedisce di avviare wicd-daemon.py . Spero di riuscire a risolvere la cosa al più presto, anche se esiste sempre come alternativa a Wicd il programma WiFi Radar.

Fonte: https://www.bufferoverflow.it

 

 

Tiny Core Linux, dora in poi TCL per brevita', e' veramente piccolo, come dice il nome, ma veramente grande come potenzialita`. Esiste gia` una comunita` legata a questa splendida distribuzione, con molta documentazione disponibile ed un nutrito forum.

Tuttavia, a tuttora, non sembra essere nelle intenzioni dello staff dei programmatori di TCL incoraggiarne la localizzazione.
O, forse, probabilmente, non ne hanno il tempo.
Poiche` questo forum e` frequentato da persone molto interessate ed attive, ho pensato di proporre la realizzazione di questa guida alla quale possono partecipare tutti.
La guida e la documentazione gia` presente sul sito di TCL e` veramente esaustiva ma e` diventata cosi` grande da scoraggiare i neofiti.
Questa guida vuole essere un ausilio per chi parte proprio da zero.

Il progetto di base, come suggerisce il nostro nome, non è una distribuzione desktop chiavi in ​​mano. Invece noi forniamo solo il nucleo di Linux da cui è abbastanza facile da aggiungere quello che vuoi. Offriamo 3 diversi "nuclei" per iniziare: Core, TinyCore e CorePlus, la nostra immagine di installazione.

Core
(8 MB) Core è il sistema di base che prevede soltanto una interfaccia a riga di comando ed è quindi consigliata per gli utenti esperti. Linee
di comando vengono fornite in modo che le estensioni possono essere aggiunte per creare un sistema con un ambiente desktop grafico. Ideale per server, elettrodomestici, e desktop personalizzati.

TinyCore
(12 MB) TinyCore è l'opzione consigliata per i nuovi utenti che hanno una connessione di rete cablata. Include il sistema Core base più X / GUI estensioni per una dinamica FLTK / FLWM ambiente desktop grafico.

CorePlus
64 MB CorePlus è un'immagine di installazione e non la distribuzione. È raccomandato per i nuovi utenti che hanno accesso a una rete wireless o che utilizzano un layout di tastiera non-US (non-statunitense). Essa comprende il sistema centrale di base e strumenti di installazione per fornire per la configurazione con le seguenti opzioni: Scelta di 7 Window Manager, supporto wireless tramite i file del firmware molti e ndiswrapper, supporto per le tastiere non-statunitensi... e anche uno strumento di rimasterizzazione.

Fonte: http://www.istitutomajorana.it

 

 

Nei video qui sotto ci sono due diversi modi di installare Tiny Core Linux.

 

 

 

 

Tiny Core Linux è un sistema operativo molto leggero progettato per offrire il minimo indispensabile per lavorare, occupando pochissimi megabyte di memoria interna in un PC. Tiny Core nasce per "riaccendere" computer desktop datati o Mini PC essenziali, ma il team della distribuzione Linux ha lanciato quest'anno una nuova versione del suo sistema operativo, chiamata PiCore e dedicata esclusivamente a Raspberry Pi. Quale miglior OS per il computer extra-small per eccellenza? In questi giorni, è stata rilasciata PiCore 5.3 con kernel aggiornato, un recente firmware Raspberry Pi ed altri miglioramenti. L'immagine del disco pesa solo 24.7MB. Se vi state chiedendo cosa si potrà fare con un sistema operativo "moderno" che pesa meno di 25MB la risposta è: "non tantissimo, fin quando non si inizia a personalizzare il software". L'immagine del disco comprende un'interfaccia grafica ed un ambiente desktop, ma non un browser ed un file manager, che sarà necessario installare in un secondo tempo. L'idea del team è quella di fornire elementi essenziali per creare la propria esperienza utente, servendosi ad esempio di un emulatore per terminale e di un package manager per poter personalizzare e configurare il sistema operativo. Tiny Core è progettata per funzionare interamente sulla RAM, quindi l'OS viene caricato nella memoria del computer. PiCore non è il sistema operativo più potente disponibile per Raspberry Pi, ma è certamento uno dei più leggeri e veloci.

Via: http://www.cnx-software.com

 

 

Tiny Core Linux è una distribuzione Linux sviluppata per fornire un completo sistema operativo in pochissimi MB. La distribuzione è indicata soprattutto per personal computer datati oppure per operare o ripristinare distribuzioni instabili, accedere ai file in Microsoft Linux ecc. Caratteristica principale di Tiny Core è l’avvio della distribuzione “core” per intero nella RAM in modo tale da essere molto veloce sia da avviarsi che nell’utilizzo anche su pc datati, dispone inoltre di default un gestore delle impostazioni grafico che ci consente di operare nell’intero sistema operativo dalla connessione, configurazione tastiera, lingua ecc ed inoltre include anche un software center denominato Apps dal quale possiamo scaricare o aggiornare le nostre applicazioni. Da pochi giorni è disponibile la versione 5.1 di piCore, distribuzione che punta a portare Tiny Core Linux in Raspberry Pi, includendo un’ottimo supporto hardware e ottimizzazioni varie. Sviluppata da un piccolo team di sviluppatori con l’aiuto di diversi utenti della community di Tiny Core Linux, piCore è una versione ottimizzata per Raspberry Pi che viene rilascita in una file immagine di circa 21,5 Mbyte nel quale troviamo RPi BootLoader, firmware e ottimizzazioni varie. Tra le novità della nuova versione 5.1 di piCore troviamo il Kernel Linux aggiornato alla versione 3.12.7 con supporto audio DAC, aggiornato BusyBox alla versione 1.22.1, inoltre troviamo aggiornato eglibc 2.18 e Xorg-7.7. Nella distribuzioni troviamo già attivi ZRam e ZSwap tool che migliorano notevolmente la gestione della ram e swap in sistemi con poche risorse disponibili, incluso anche Linaro 4.8-2013.11 (GCC 4.8.3) toolchain. Per maggiori informazioni e per scaricare il file immagine (da salvare poi nella SD da inserire in Raspberry PI) basta collegarci alla pagina dedicata del forum Tiny Core Linux. Ringrazio il nostro lettore N-Di darth per la segnalazione.

Fonte: https://www.lffl.org

 

 

 

Benvenuti in dCore, un sistema Linux minimale basato su Micro Core (Tiny Core Linux) che utilizza script per scaricare i pacchetti selezionati direttamente dai vasti repository Debian o di Ubuntu, e convertirli in SCE utilizzabili (estensioni autonome). Espandere la piccola base di dCore con le estensioni SCE consente all'utente di creare un sistema completamente personalizzato. L'installazione e l'impostazione di un sistema installato è semplice. Sono disponibili numerosi gestori di finestre e ambienti desktop. Contattare lo sviluppatore è molto utile per ottenere i sistemi in esecuzione e fornire supporto.

Il sito web di dCore Linux: http://wiki.tinycorelinux.net

Fonte (traduzioni in italiano fatte dal Webmaster del portale Ogigia): http://wiki.tinycorelinux.net

 

 

 

 

 

 

Raspberry_PI.jpg